Sogni ricorrenti: L’acqua



sogni ricorrenti acquaNei nostri sogni vediamo molto spesso scorrere una grande quantità di acqua, possa essere acqua dolce, acqua salata, acqua sporca o pulita, oppure stagnante o limpida, in ogni caso sempre di acqua si tratta. Molto dipende anche da che tipo di acqua si tratta, infatti nei sogni ogni cosa ha un suo valore, non può esserci nulla da non prendere in considerazione. L’acqua nei nostri sogni può essere anche fredda o calda, calma o tumultuosa; può essere un’acqua calma e tranquilla in cui ci troviamo a nuotare e ci sentiamo sicuri e protetti, oppure un’acqua che irrompe violentemente su di noi e in cui abbiamo timore e paura di affogare.

Da considerare poi anche il fatto che l’acqua può essere anche quella contenuta in un bicchiere oppure quella della pioggia. In effetti l’acqua nei nostri sogni può essere catalogata sotto diverse forme e ognuna di queste forme ha un suo significato ben preciso da ricondurre alla nostra vita quotidiana. Ma precisamente cosa può indicare l’acqua che vediamo nei nostri sogni? Da dove deriva e che cosa ci vuole suggerire?

Ci sono molte spiegazioni che si possono fare in merito all’acqua presente nei sogni, quella più accreditata specie negli ultimi tempi è quella che indica l’acqua come un ritorno al grembo materno, al liquido amniotico dove eravamo immersi prima di venire alla luce. Quindi un certo senso quando si sogna l’acqua questo starebbe a indicare il fatto che sentiamo la mancanza di un luogo protetto e sicuro, nel ventre materno. Si tratta dunque di sogni chiamati di regressione, che si palesano nei momenti cruciali della nostra esistenza. Nei momenti particolari di stanchezza, quando sentiamo su di noi il peso intero delle responsabilità e degli impegni, desideriamo ardentemente tornare nel seno materno e vivere protetti e sicuri, senza nessun tipo di responsabilità gravante sulle nostre spalle.


Prima di nascere abbiamo vissuto nove mesi di tranquillità, di pace, di calma, dove il mondo esterno non ci toccava minimamente; e ora che il mondo esterno ci aggredisce con tutta la sua forza, a volte non abbiamo la forza per sostenerlo e quindi abbiamo bisogno di tornare in quello stato tranquillo in cui eravamo immersi un tempo. Questa interpretazione è valida quando ci vediamo immersi in acque calme e limpide, dove nuotiamo e ci sentiamo felici e gioiosi.

Ma un’altra parte dei sogni è quella dove siamo immersi in acque tumultuose e violente, dove abbiamo paura di annegare e di affogare. Questo senso di insicurezza che produce il mare ad esempio, in un certo siamo inquieti e stiamo attraverso un momento psichico molto difficile e combattuto, questo in accordo anche con quanto diceva Jung in rapporto ai sogni dove è presente il mare e le sue acque tumultuose.

Per quanto riguarda invece i sogni dove ci sono delle acque correnti, come ad esempio quelle di un ruscello o di un fiume oppure di un torrente, queste starebbero ad indicarci il fatto che la nostra vita sta scorrendo, sta andando avanti, anche se magari incontriamo delle rapide e queste ci mettono in pericolo. Queste rapide ci mettono paura e ci vogliono indicare che ci sentiamo impotenti davanti alla vita stessa, quella vita che siamo costretti ad affrontare ogni giorno.

Ci sono anche altre simbologie presenti nei sogni con l’acqua, come ad esempio le cascate e le acque zampillanti, in questo caso si tratterebbe di sogni dove esiste un momento di rigenerazione, dove alcune forze presenti in noi ci porterebbero verso dei cambiamenti di tipo esistenziale. Mentre nel caso della pioggia, vi sarebbe un scenario di depressione e di malinconia, su cui prestare maggior attenzione.