Sognare di vedere un eremita


eremita-tarocchiLa figura dell’eremita è presente fin dai tempi delle prime persecuzioni cristiane risalenti al III secolo. All’inizio gli esponenti della classe più povera si trovarono costretti a fuggire lontano dai centri urbani, alla ricerca di luoghi isolati e sicuri dove ci fosse la possibilità di praticare liberamente la loro fede religiosa. In seguito anche le classi sociali più agiate e facenti parte dell’aristocrazia del tempo, affascinate dalla semplicità richiesta da questo stile di vita, si fecero eremiti con l’intento di lasciarsi alle spalle una società materialista e influenzata dai più bassi istinti umani, incapace di offrire un’esistenza fondata sulla moderazione e sull’equilibrio interiore. L’eremita non è altro che una persona che ha deciso di avviare un percorso verso la conoscenza di sé e della sua anima.


Sognare di vedere un eremita conferma nel sognatore la fedeltà della persona amata, se lo si vede in atteggiamento di preghiera l’inconscio sta consigliando di fare del bene mentre se l’eremita beve o danza sono in arrivo dei guadagni. Se il dormiente si percepisce come eremita allora vuol dire che c’è un pericolo in agguato. Il sognatore che si sente costretto ad indossare tale veste preannuncia un qualche problema di salute. Come per chi sogna i risultati calcistici, il numero dell’eremita è il 77. Va aggiunto che, nell’interpretazione dei sogni, l’eremita corrisponde anche al pellegrino, in comune a hanno la ricerca di qualcosa e per il sognatore è indice di graduale raggiungimento dei propri obiettivi personali. Sia l’eremita sia il pellegrino sono identificati con il nono arcano dei Tarocchi. Il 9 è simbolo della prudenza, della fedeltà, della ricerca e dell’umiltà. Secondo la smorfia napoletana, se all’eremita corrisponde il 77, al pellegrino, invece, corrisponde al 35. Paradossalmente il 35 simboleggia l’amore per la natura e per la pace e ad esso fanno riferimento tutti i luoghi o le situazioni che ispirano al sognatore una serena meditazione interiore.



Leggi anche