Sognare dolci, significato ed interpretazione


sognare dolci

All’interno di una certa simbologia onirica i dolci ricoprono una certa valenza, in gran parte hanno una valenza affettiva. Queste valenze affettive sono spesso riconducibili alla vita sentimentale del sognatore, anche se a volte si può connotare la presenza di dolci nei sogni come a un ritorno all’infanzia. Per interpretare i sogni dove sono presenti dei dolci dobbiamo in un certo qual modo vedere cosa facciamo di questi dolci all’interno del nostro mondo onirico.

Possiamo vedere dei dolci in una vetrina di una pasticceria, oppure possiamo vederli in bella mostra su un vassoio della nostra cucina o della sala da pranzo, altro sogno spesso ricorrente è anche quello in cui ci vediamo intenti a mangiare dei dolci. Ogni sogno ha una sua valenza, quindi bisogna interpretare il simbolismo dei dolci anche sulla base della loro funzione nel sogno.

Sognare dolci, cosa significa?

Se pensiamo a quello che si vede nei film a genere sentimentale, possiamo comprendere benissimo la valenza dei dolci anche nei sogni. Molto spesso vediamo delle persone ferite sentimentalmente mangiare interi barattoli di gelato, oppure ingozzarsi di dolci. Possiamo usare questa valenza anche nei nostri sogni, infatti i dolci, sono per antonomasia, il surrogato dell’affetto.

Quando abbiamo bisogno di affetto i dolci possono essere il nostro conforto, il nostro abbraccio onirico, che solo i dolci possono darci. Quando sogniamo dei dolci abbiamo bisogno di essere coccolati, abbiamo bisogno di quell’affetto che in un certo senso non riusciamo a vivere. In alternativa possiamo interpretare i dolci come quella necessità immediata di essere al centro delle attenzioni.



Abbiamo la necessità di sentirci gratificati sul piano sia affettivo sia su quello professionale, in un certo modo possiamo vedere i dolci come quella gratificazione immediata di cui abbiamo bisogno. Altra interpretazione è anche quella di vederci mangiare dei dolci in quanto nella realtà dei fatti siamo a dieta e abbiamo la necessità di stravolgere la nostra realtà con l’abbuffata onirica.



Leggi anche