Tarocchi di Crowley: L’Universo


tarocchi crowley universoQuesto è l’ultimo Arcano, quello che chiude l’intero mazzo dei Tarocchi di Crowley, possiamo dire che sia più ampio di quello che nei Tarocchi classici troviamo come il Mondo. Difatti lo stesso concetto di Universo si espande come simbolo di espansione della nostra Coscienza, ma anche della Coscienza globale. Questo significa che ogni cosa avrà il suo posto nel mondo ma anche nell’Universo. Possiamo quindi dire che il mondo materiale troverà la sua realizzazione, ma anche il fatto che il mondo spirituale appartenente all’Universo vedrà il suo compimento.

Cominciamo proprio dal numero che appartiene a questo Arcano, ovvero il 21, che è il risultato di 7×3, ovvero i due numeri che sono simboli di perfezione. C’è anche da dire in questo caso che anche il risultato della somma di 2+1 sia 3, quindi tutto ruota attorno alla perfezione e non è sicuramente un caso che Aleister Crowley abbia dato il nome di Universo e non di Mondo all’ultimo Arcano. Infatti qui la valenza numerologica è molto importante e tutto diventa perfetto, l’Universo effettivamente è un luogo dove non c’è alcuno sbaglio, ogni cosa sta al suo posto.

Si può cominciare anche a comprendere il fatto che nella seconda metà degli Arcani ogni cosa punti al fine unico dell’Auto-Realizzazione, che quindi chiuda l’Universo è un dato molto importante, perché significa che ogni cosa che fino ad ora ha teso alla perfezione ha raggiunto il suo fine. L’Universo è l’obiettivo raggiunto di ogni singola cosa.


Ma su un livello più pratico e non teorico o filosofico che cosa si prefigge l’Universo? Che cosa ci vuole dire a livello materiale questo Arcano? Non è difficile intuire quello che l’Universo porti con sé e quello che voglia dire al consultante che se lo trova davanti, certamente c’è la buona novella, ogni cosa prende una valenza molto importante, ogni fine è stato raggiunto con il massimo dei risultati. Qualsiasi nostro modo di vedere le cose si sono chiarificate e quello che abbiamo sperato di ottenere finora l’abbiamo finalmente ottenuto. Senza tanti giri di parole, abbiamo realizzato la nostra vita.

Nella sua Azione principale l’Universo costituisce il raggiungimento dell’intera Armonia tra la materia e lo spirito, tra la mente e il corpo, ogni cosa è in costante Armonia e c’è un Equilibrio puro tra le parti. Nella sua valenza di Luce l’Universo costituisce il valore più assoluto fra tutti, più che la valenza materiale racchiude in sé la valenza spirituale, abbiamo ottenuto un risultato magnifico e viviamo in un paradiso interiore ricco di luce e armonia.

Nella sua valenza di Ombra, invece, tutto quello che di benessere si era ottenuto con la Luce si trova in uno stadio di costante incertezza e del rischio di ottenere una distruzione di fondo. Tutte le visioni che abbiamo avuto del nostro modo di pensare si sono rivelate false, distruttive e poco chiare. Il nostro modo di agire, di continuare a girovagare da una parte all’altra senza una meta ben precisa ci porta a nulla, non possiamo ottenere proprio nulla da questo stato di continua incertezza e girovagare senza una meta precisa da raggiungere.

Il pianeta legato all’Universo è Plutone, ricco di conoscenza spirituale e principale pianeta per quanto riguarda la Creazione. Nella Cabala e in particolare nell’Albero della Vita l’Universo si colloca esattamente nel canale che collega Malkhut con Yesod. Il suo Elemento per eccellenza è la Terra, quella stessa Terra che lo vede in parte protagonista perché gli appartiene, fa parte del suo essere, ma anche il fatto che comunque sia un collegamento per quanto riguarda la Creazione, tutto gira attorno all’Elemento terra.