Sognare un ragno


Sognare un ragnoFamosa è una leggenda dell’antica Grecia nella quale si narra di una fanciulla di nome Aracne. Quest’ultima, in seguito a una gara nell’arte del ricamo e della tessitura, sconfisse la dea della giustizia Atena, considerata molto abile in questo campo. La vittoria suscitò l’invidia e la furia della divinità che, non appena vide l’arazzo della sua rivale, lo fece a pezzi. La ragazza che si era precedentemente vantata del suo successo, si impiccò per il dispiacere e quando Atena la raggiunse, per pietà la riportò in vita sottoforma di ragno. Da quel momento Aracne non avrebbe più tessuto per la gloria e la lode dei suoi simili ma solo ed esclusivamente per il suo sostentamento.

Già dalla narrazione si percepisce che il ragno conserva in sé un doppio significato simbolico. La sua tela rappresenta la creatività, l’ingegno e tutto ciò che ha a che fare con la costruzione tuttavia il suo scopo non è artistico ma pratico e pragmatico, volto a cacciare e divorare altri esseri viventi. Una volta completata, la ragnatela è dispensatrice di distruzione e di morte e per questo il ragno sintetizza anche l’immagine della madre possessiva o della misteriosa tessitrice del destino. In altre culture, il ragno rappresenta l’equilibrio tra i due estremi, tra la vita e la morte e, malgrado la ripugnanza o il rifiuto che il suo aspetto può causare a molti, la sua presenza è comunque necessaria per preservare lo status quo nella quale si inscrive.


Sognare un ragno, a livello divinatorio non è di buon auspicio in quanto avvisa il sognatore che dovrà affrontare discussioni dentro e fuori dalle mura domestiche che amplificheranno le preoccupazioni derivanti da perdite economiche e finanziarie o dal tradimento di una persona cara. Tale premonizione è particolarmente sentita se il dormiente sogna di tenere un ragno sul palmo di una mano. Se una donna sogna di vedere un ragno nel suo letto la premonizione rilasciata dall’inconscio indica un amante pericoloso del quale è bene prendere le distanze. Se invece si sogna di toccare un ragno al dormiente vengono anticipati possibili guadagni e se ci si vede nell’atto di ucciderlo tutte le difficoltà della vita quotidiana verranno presto superate. Infine, se si sogna di mangiare un ragno, il soggetto andrà incontro a una rovina certa.

A livello mentale e psicologico, l’immagine del ragno continua a raccogliere tutti i significati simbolici sopra descritti. Il soggetto sta probabilmente cercando di trovare un equilibrio tra la sua parte creativa e propositiva con quella aggressiva e distruttiva, caratteristiche che albergano, in pari misura, nel suo inconscio. Se è un uomo a sognare questo animale, molto probabilmente prova un qualche tipo di avversione nei confronti dell’universo femminile. La donna è vista come qualcosa di ostile e di profondamente opprimente. Il ragno ha anche a che fare con una sessualità deviata che terrorizza e inquieta il o la sognatrice. Secondo Freud, infatti, il ragno rappresenta l’incesto. La ragnatela, in generale, indica che il o la dormiente è una persona particolarmente incline all’introversione e all’isolamento sociale. Secondo Yung il ragno rappresenta una trappola mentale e dietro la sua ragnatela si nasconde la parte più irrazionale del soggetto addormentato.

Il numero del ragno è il 3. Se viene catturato la cifra corrispondente equivale al 17 e se viene schiacciato al 76. Il numero 36 è associato al ragno che appare su un muro. Infine, un ragno visto nel momento in cui cattura la sua preda (la mosca) equivale al 39 e se invece è impegnato a tessere la sua tela, al 57. Il prodotto finito, in questo caso la ragnatela, ha un suo numero a sé ed è il 34.



Leggi anche