Come vincere al SuperEnalotto


20090711_superenalottoOramai tanti di noi decidono di destinare una parte del proprio stipendio al gioco del SuperEnalotto. La speranza di vincere è dura a morire, e in un periodo nero come quello che stiamo vivendo, sognare un po’ non ci farà certamente male. Coloro che giocano da tempo, senza mai vedere un soldo, iniziano a pensare che forse sia il caso di invocare qualche santo o una fatina pronta a muovere la sua bacchetta magica! Niente paura…nessun miracolo e nessun incantesimo… Qui la parola magica è approccio probabilistico. Cosa significa? Vuol dire che ogni numero ha la stessa probabilità di un altro di essere estratto. Ma cerchiamo di essere ancor più chiari, spiegando un concetto matematico come se lo stessi spiegando ad un bambino.


Immaginiamo di lanciare un dado: quante probabilità ci sono che esca il numero 3? Esattamente una: sei sono le facce di un cubo e pertanto la possibilità che esca il numero 3 è pari a un sesto. Volendo, infatti, fare un piccolo salto nel mondo della matematica, diremmo che la probabilità è il rapporto fra il numero degli eventi favorevoli e il numero degli eventi possibili. Ora, tenendo bene a mente il concetto di probabilità, torniamo alla questione del SuperEnalotto, cercando di vedere come poter calcolare le probabilità esatte che possa uscire una sestina da noi giocare e comportarci di conseguenza. Immaginiamo di giocare una sestina del tipo 1 2 3 4 5 6 Quante possibilità ho che possa uscire? Come calcolarle? Quanti sono gli eventi possibili in questo caso?

Allora immaginiamo la nostra sestina. Per calcolare quante possibilità ci siano che possa uscire la nostra sestina, dobbiamo ragionare in termini di coppie ordinate, ovvero contate con ordine. Un parolone per chi non ha molta dimestichezza con il lessico matematico e la sua logica, ma in realtà il concetto che è alla base è molto semplice e qui cercheremo di renderlo chiaro a tutti. Alla prima estrazione abbiamo 90 possibilità che esca il nostro numero, dal momento che potrebbe uscire un qualsiasi dei 90 numeri presenti all’interno dell’urna. Ben diversa è la questione alla seconda estrazione. Ora a nostra disposizione vi sono 89 numeri, e di conseguenza abbiamo 89 possibilità che esca il nostro numero, e cosi via. In altre parole abbiamo 90*89*88**87…possibili sestine.

Questo metodo però ci porta a calcolare delle sistine in più, cioè non solo tutte le sistine possibili, ma anche tutte le sistine possibili in tutti i modi probabili. Tuttavia nel gioco del SuperEnalotto, cosi come in matematica, l’ordine in cui vengono posizionati i vari numeri in sequenza, non ha alcuna valenza, ovvero, se la nostra sistina è 1 2 3 4 5 6 , essa risulterà vincente anche secondo l’ordine delle estrazioni 6 5 4 3 2 1 . Restringendo quindi il campo della nostra analisi, diremo che dati sei numeri abbiamo 6*5*4*3*2*1 modi di ordinarli. E allora se non volete affidarvi solo alla fortuna, sebbene si dica che essa sia ceca e colpisca a caso, belli e brutti, ricchi e poveri, armatevi di carta, penna e calcolatrice e immergetevi in calcoli secondo il nostro ragionamento. E buona fortuna a tutti!



Leggi anche