Sognare un assegno


Sognare un assegnoSognare un assegno è quasi sempre segno di buon auspicio. O meglio, è certamente un sogno positivo quando l’assegno in questione ci viene donato, mentre si trasforma completamente, portando di conseguenza dietro di sé interpretazioni di tipo negative, se l’assegno viene perduto. In questo caso, infatti, esso diviene simbolo incontrastato di insicurezza. In tutti gli altri casi, invece, l’assegno che ci appare in sogno evidenzia la consapevolezza circa le nostre capacità: siamo sicuri di noi, riponiamo grande fiducia nelle nostre qualità e sappiamo di poter raggiungere, anche se con fatica e rinunciando a qualcosa, obiettivi che ci poniamo all’orizzonte quasi come fossero dei tentativi per auto-sfidarsi, per superarsi. Ma l’assegno può simboleggiare anche la soddisfazione di aver conquistato la stima da parte delle persone a noi più vicine, che si concretizza poi in piaceri, gratificazioni e successi professionali, e non solo.


Il numero per il lotto associato all’immagine dell’assegno è il numero 26. In ogni caso è necessario eseguire sempre le dovute considerazioni circa gli elementi e i soggetti caratterizzanti il nostro sogno, oltre le situazioni che potrebbero venirsi a creare attorno all’oggetto da noi sognato, dal momento che al variare di ogni minima coordinata tenderà a avariare anche il numero per il lotto legato al sogno stesso. Di conseguenza avremo il numero 62 se sogniamo un assegno a vuoto, il 56 se è bancario, il 19 se è circolare, il 22 se è coperto, il 32 se è falso, il 10 se è familiare, il 73 se lo firmiamo, il 66 se è in bianco, il 78 se lo perdiamo, il 79 se lo riceviamo, il 49 se lo rubiamo, il 45 se è rubato, il 37 se è un vitalizio, e il 75 se è postale.



Leggi anche