Tarocchi: La Torre


tarocchi torreLa Torre dei Tarocchi è molto simile alla torre di Babele, è quella che si avvicina di più al cielo, al divino, ed è proprio quello che viene raffigurato sulla carta. Una torre che sta andando in rovina, questo è lo spunto che viene tratto dalla famosa vicina biblica della torre di Babele, l’uomo vuole raggiungere il divino con strumenti umani e per questo viene punito da Dio che distrugge la torre e mette a soqquadro le lingue che vengono usate. Questa costruzione viene raffigurata come scoperchiata da una folgore di giustizia divina e di certo non è un caso, anche perché la Torre ci spinge a ragionare sul fatto che comunque la Divinità è sempre presente.

Questa carta è senza dubbio una delle carte più funeste e terribili degli interi Arcani, così come altre carte è più funesta da diritta (ovvero nella sua accezione positiva) che da capovolta (ovvero nessuna sua accezione negativa), questo perché c’è una specie di giustificazione del male stesso. Un male che comunque è una parte del bene e da cui difficilmente ci si riesce a staccare. Valenza positiva : Se si può definire in un certo senso dal lato positivo, la Torre ci mette in guardia, mette in guardia che sta consultando le carte, lo vuole avvertire che c’è un pericolo imminente, c’è un rischio di crollo funesto che sta per abbattersi su noi stessi.


Questo ovviamente significa che la fortuna e la sorte in generale non stanno dalla nostra parte, quindi occorre fare attenzione a non avventarci in situazioni che rischierebbero di farci del male. Valenza negativa : Nella sua accezione negativa la Torre è scatenata rappresenta la distruzione di tutto ciò che ci circonda, ci mette in condizione di rivalutare e a volte di rischiare davvero di peggiorare le situazioni coniugali, famigliari, amorose e lavorative. Ci sono distruzioni, distacco dai legami anche se questi potrebbero essere davvero saldi.