Rituale per la pulizia astrale


rituale pulizia astralePrendiamo in questo caso la pulizia sul piano astrale, in particolar modo ci concentreremo sulla purificazione e pulizia di un determinato stato d’animo. Così facendo permetteremo all’energia positiva di diffondersi nella nostra abitazione in noi stessi. Il primo elemento che dobbiamo prendere in considerazione per cominciare questa purificazione consiste nell’assorbimento dell’energia negativa, per fare questo cominciamo con prendere due bottiglie di vetro trasparente e riempiamole con quantità uguali di olio e aceto.

Subito dopo prendete due fili di rame e inseriteli fino a toccare il fondo della bottiglia, poi in seguito, ponete la bottiglia in un luogo sicuro. Dopo tre settimane di permanenza immergete lentamente i due fili di rame del tutto all’interno delle bottiglie, avrete notato che si è formata una patina biancastra. A questo punto seppellite le bottiglie. Questa patina biancastra che si è formata all’interno delle bottiglie è semplicemente il risultato della “cattura” delle energie negative all’interno della bottiglia.


Rituale per la pulizia astrale, come eseguirlo?

Nella seconda fase dovete diffondere l’incenso nella vostra casa per 27 giorni consecutivi, è consigliabile la polvere d’incenso ma vanno bene anche i coni oppure i bastoncini. Per 27 giorni ponete negli angoli della vostra abitazione l’incenso. Se utilizzate la polvere, tenete in considerazione che i primi nove giorni dovete usare polvere di zolfo, i nove giorni dopo sostituitelo con lo zucchero, mentre gli ultimi nove giorni spargete il fumo d’incenso nella casa.

Se volete potete anche usare delle piante per fare in modo che l’energia positiva si mantenga all’interno della vostra casa, ad esempio potete posizionare dei papaveri negli angoli della casa, oppure potete anche usare delle pietre, che hanno un potere purificatorio molto elevato, come ad esempio l’agata. Ovviamente quando usate le pietre ricordatevi sempre di eseguire la ricarica energetica ogni tot tempo e soprattutto di lasciarle riposare, potete in questo caso alternare pietre e piante.