Tarocchi: L’Eremita


tarocchi : eremita

L’Eremita. Questo Arcano è il simbolo della saggezza, ma non è una saggezza che si fonda sullo spirito o su una sorta di evoluzione interiore, bensì è una saggezza che deriva dal passato. L’eremita dei Tarocchi è raffigurato come un vecchio, un uomo anziano, un vero saggio che cammina appoggiandosi a un bastone e tiene nell’altra mano una lanterna luminosa. Il termine eremita deriva dal fatto che il suo camminare, il suo percorso, è solitario e lento, non accompagnato da nessuno.

Il suo cammino è diretto verso il sapere, infatti come si diceva prima la saggezza dell’eremita deriva dal passato, ma il suo cammino tende verso il futuro, perché è consapevole che deve ancora sapere molte cose e che la sua conoscenza è molto limitata. L’eremita inoltre non è un uomo ancorato alla saggezza che deriva dall’interiorità, bensì dalla conoscenza indispensabile per vivere sulla terra, quindi una conoscenza legata alla materia e alla sopravvivenza comune. Significato positivo: Questa carta raffigura tutto quello che si muove in maniera lenta, ma inesorabile, è un movimento che non si fa notare, ma rimane nel segreto, si muove più in modo interiore che in modo esteriore.



Questo Arcano rappresenta il cammino lento che muove alla ricerca del più profondo Sé, è una via spirituale e non terrena. Rappresenta la saggezza, l’intelligenza, la concentrazione, la calma; indica nella sua accezione positiva tutto quello che può portare buon consiglio, parole sincere e rassicuranti. Indica che tutte le azioni intraprese avranno un buon esito finale, ma questo esito occorrerà attenderlo in maniera paziente e calma, per il procedere lento dell’azione stessa. Significato negativo: Nel momento in cui questa carta appare capovolta ecco che l’evoluzione interiore regredisce a uno stadio più basso, si diventa timidi, insicuri, diffidenti. Le azioni intraprese procedono molto più lentamente del previsto, ma nel loro esito sono già compromesse.



Leggi anche