Tarocchi Egiziani


Tarocchi EgizianiTra le varie tipologie di tarocchi quelle dal sapore più antico ed esoterico sono quelle denominate Tarocchi Egiziani. Ai tarocchi egiziani si collega la cartomanzia che utilizza la tecnica delle quattro carte. Principalmente il consultante utilizza tale metodo quando ha a che fare con qualcosa di preciso che lo preoccupa e alla quale non riesce a trovare una soluzione duratura. Spesso tale soluzione è osteggiata da forze invisibili che non conosciamo e i Tarocchi Egiziani si occupano di individuarle e di annullarne l’effetto. In tutto ci sono 78 Arcani. All’interno di essi sono comprese tutte le immagini e le simbologie collegate alle 22 raffigurazioni elencate nel post dedicato ai Tarocchi della Zingara.

Le carte più significative dei Tarocchi Egiziani sono quattro. Due dritte e due rovesciate. Quelle dritte sono il Sette di Bastoni e il Dieci di Coppe mentre quelle rovesciate si collegano al Quattro di Bastoni e al Fante di Spade. Rispettivamente:


  • Il Sette di Bastoni indica le forze positive e negative, favorevoli e contrarie e identificano le persone che circondano il consultante. È una carta che si colloca nella sfera delle relazioni in generale e delle comunicazioni e solitamente prevede la possibilità di trovare un punto, un passaggio che permetta la soluzione del problema posto. Le parole specifiche del Sette di Bastoni sono chiarimento, incontro e visite previste in tempi brevi. I Tarocchi Egiziani chiamano questa carta l’avvoltoio di Nekhbet.
  • Il Dieci di Coppe, il cui seme si riferisce sempre alle relazioni sentimentali, qualunque sia il mazzo di carte scelto, rappresenta le Coppie Felici. Il suo significato positivo di armonia e felicità familiare e di ricchezza economica permane anche per i Tarocchi Egiziani.
  • Il Quattro di Bastoni rovesciato ha un significato potenzialmente positivo. Fondamentalmente indica che sta per nascere qualcosa di buono, in qualsiasi contesto. Tuttavia questo momento durerà poco e molto presto il consultante si troverà a dover affrontare il lato negativo della medaglia. Secondo i Tarocchi Egiziani, tale carta viene denominata Gloria di Kephri. Tutti meritiamo un momento di gloria ma tale carta avverte che sarà effimera e quindi è meglio non indugiare troppo nelle illusioni perdendo di vista la realtà.
  • Infine, il Fante di Spade rovesciato è lo scriba di Maat. Questa carta rappresenta una persona della quale non si può fare assolutamente affidamento. Per riconoscerlo nella sua cerchia di conoscenze, il consultante deve isolare un uomo giovane particolarmente arrogante, irascibile ed egoista. Le previsioni future mettono l’accento su tutto ciò che genera imprevisti e litigi, sia in ambito professionale sia in ambito sentimentale. Potrebbero anche sopraggiungere delle novità ma, anche se mascherate da buone intenzioni, potrebbero arrecare danno a chi sta chiedendo consiglio ai Tarocchi Egiziani.

Con i Tarocchi Egiziani si può utilizzare anche il metodo del ventaglio. Mescolate il mazzo accuratamente e poi, partendo dall’alto, disponete una prima fila di quattro carte da sinistra a destra. Subito sotto, sempre da sinistra verso destra disponetene solo tre e scendendo ancora, disponetene solo due, una di fianco all’altra. La fascia superiore racconta del passato del consultante, quella mediana si concentra sul momento presente e infine, il duo finale, racconta qualcosa di più sul futuro del consultante. I significati delle carte che compongono il mazzo sono simili all’elenco proposto nel post dedicato alla semplice lettura delle carte, collegata alla cartomanzia in generale. Come sempre, il consultante deve fare attenzione a come si presentano le carte una vola svelate. L’interpretazione, infatti cambia notevolmente se appaiono con l’immagine dritta o ribaltata. Se tali metodi risultano comunque troppo macchinosi e complessi per il neofita, ovvero per chi da poco si è avvicinato alla divinazione tramite la tecnica della cartomanzia, sul web sono disponibili anche consulti gratuiti o a basso costo.