Numerologia: Il numero 3


numerologia : numero 3

Il numero 3. Questo è uno dei numeri che vengono indicati come rappresentati della perfezione, in quanto il concetto di triade o meglio ancora di trinità rimanda innanzitutto a motivi legati soprattutto alla spiritualità e alla religione. Infatti il concetto di trinità rimanda a quella, ormai conosciuta da tutti, di Padre, Figlio e Spirito Santo, nella concezione cristiana e a quella di Sat, Tat, Aum nella concezione induista. Ovviamente però questo è solamente un concetto legato alla spiritualità, se si volesse prendere in considerazione altri aspetti allora le cose cambiano e di molto anche. Nella Cabala ebraica il numero 3 è legato alla lettera ghimel, che viene rappresentata come una specie di persona che sta correndo, questo può essere legato esclusivamente all’atto di muoversi, quindi all’inizio del movimento, all’origine e al moto di ogni cosa.


Occorre proprio grazie al numero 3 cominciare lentamente a uscire da quella Dualità, legata la numero 2, a superare le tendenze legate a essa, come il bene e il male, la luce e l’ombra e muoversi verso una più alta concezione di noi stessi. Il numero 3 dunque è una tendenza non solo a migliorarsi, ma anche a metterci in moto, a crescere spiritualmente e anche materialmente, in quanto persone che devono adattarsi a un nuovo modo di concepire la realtà anche circostante.

Possiamo evolverci e migliorarci sempre di più superando il concetto maschile e autoritario dell’Uno, ma anche il concetto stravolto di Dualità e di luci e ombre fatto dal Due. Nella sua accezione positiva il numero 3 esprime una certa tendenza alla calma, alla serenità, alla pace, inoltre incarna le accezioni positive del numero 1, creatore e innovatore e numero 2 ricettivo e sensibile. Nella sua accezione negativa invece incarna la violenza, la rabbia, e la capacità di negare la propria volontà di conclusione.