Sognare un morto che parla


sognare morto che parla

Il famoso “48 : morto che parla” della smorfia napoletana si riferisce a uno dei più frequenti sogni che compiono le persone. Infatti è possibile sognare moltissime persone morte che compaiono nei nostri sogni parlandoci. Nella smorfia è sempre stato legato al numero 48 e ha sempre avuto la valenza del portare fortuna, oppure sotto un certo aspetto delle rivelazione sconcertanti. Ma cosa significa quando sogniamo una persona che è morta eppure parla?

Solitamente sognare un morto che ci parla indica un sentimento conscio o inconscio di voler ristabilire un contatto con lui. Un contatto che può essere di affetto o anche di voler avere delle risposte a delle domande sulla nostra vita o su questioni irrisolte. Quando sogniamo un defunto che ci compare parlandoci, spesso ci indica lo stato d’animo in cui si trova lui stesso, molto spesso invece ci invita a parlare con lui delle questioni ci affliggono e ci dà delle risposte chiare di incoraggiamento.


Sognare un morto che ci chiama: Questo è un sogno generalmente molto complesso, può succedere alle volte che una persona sogni di avere a che fare con la chiamata di morto, che la invita ad andare con lui, ma capita raramente e spesso accade alle persone che si trovano in una fase depressiva avanzata con il rischio addirittura di suicidio.

Sognare un morto che dice di aspettarci: Non è da prendere propriamente come un brutto sogno, anche se sul momento può sembrare così. In effetti è un sogno che ci aiuta a vivere con serenità il momento della morte e pensare che raggiungeremo i nostri cari nell’aldilà. Un momento che molti aspettano. Rivedere i nostri cari è un momento affettivo molto intenso e aiuta a non avere paura della morte.

Numeri fortunati: Morto che parla 48 – Defunto 50 – Aldilà 47