Tarocchi: Il Matto



Il Matto

Il Matto. Questo Arcano dei Tarocchi può essere considerato a volte il primo o a volte l’ultima carta dei Tarocchi, viene classificato con il numero 0, può essere dunque posto all’inizio del mazzo o alla fine. Che si trovi in cima o in fondo al mazzo non ha alcuna importanza, il suo valore è nullo. Sulla carta il Matto è raffigurato con un abito di vari colori, il blu, il giallo, il rosso, il verde; indossa sul capo un berretto da buffone con i sonagli. Sulle spalle ha un fagotto che indica il suo stato di vagabondo, il Matto qua e là senza una mèta passando da un estremo all’altro. Si tratta di una persona che vive nella spensieratezza, che affronta il pericolo incurante di quello che rappresenta. Per il Matto non c’è nessuna razionalità nel pensare, bisogna affrontare le situazioni con noncuranza.

Significato positivo: Può essere considerato nella sua accezione positiva come quell’Arcano che porta novità, che porta buone notizie, a volte spesso entusiasmanti. Il Matto è il Tarocco che mette in evidenza la felicità qualunque sia la situazione, che sia imprevista o del tutto inattesa. Nel Matto prevale la fantasia, l’originalità, ma anche la follia di affrontare quelle situazioni, che avranno delle conclusioni piacevoli. Occorre vivere con spensieratezza, con felicità, con un’innocenza che deve essere riportata alla luce.


Significato negativo: Sul piano negativo invece il Matto rappresenta il suo carattere irrazionale capovolto, ovvero la fantasia e l’originalità si tramutano in violenza, arroganza, cattiveria sui più deboli. Se nella sua accezione positiva il Matto era caratterizzato dal personaggio folle, ma allo stesso tempo creativo, il suo negativo è il folle psicopatico. Quindi tutto ciò che di negativo ci circonda occorre tenerlo d’occhio. Menzogne e cattiverie nei nostri confronti potrebbero uscire allo scoperto. Tra le nostre conoscenze potrebbe emergere dei nemici.