Tarocchi di Crowley: Lo Hierofante


Lo HierofanteDavanti alla carta dello Hierofante spesso ci si chiede che cosa abbia voluto rappresentare Aleister Crowley con questo personaggio, in effetti a volte risulta complesso intuire che cosa significa questo Hierofante e soprattutto che cosa rappresenti all’interno dell’intero mazzo dei tarocchi di Crowley.

Se precedentemente con i due personaggi dell’Imperatrice e dell’Imperatore abbiamo trovato la rappresentazione delle figure genitoriali, in questo Arcano troviamo la raffigurazione delle nostre credenze, della chiesa oppure della setta occulta, in poche parole lo Hierofante costituisce quello in cui noi crediamo o di cui noi facciamo parte. Lo Hierofante rappresenta il modo intellettuale che abbiamo di porci nei confronti delle nostre credenze anche religiose, in parte soprattutto queste. Non c’è molto da dire, in effetti lo Hierofante costituisce il Sarcedote che troviamo in altri mazzi di Tarocchi.

Occorre tenere in considerazione molto elevata che cosa costituisce lo Hierofante nei nostri confronti in quanto consultanti, perché la sua presenza davanti a noi è molto importante. Nella sua accezione positiva lo Hierofante indica che siamo persone che vogliono intraprendere un percorso di introspezione personale, liberi da dogmi e da vincoli religiosi imposti da qualcun altro. Vogliamo crearci una nostra conoscenza personale e vogliamo soprattutto manifestare questa conoscenza, senza avere il timore di essere legati per forza a una chiesa o a una setta. Vogliamo essere puri nella conoscenza personale e nell’introspezione interiore. Sotto lo Hierofante siamo portati a confidarci con le persone, senza timore, non abbiamo alcuna paura di manifestare le nostre opinioni o le nostre credenze in quanto siamo liberi e coscienti di sostenere quello che abbiamo studiato.


Nella sua accezione negativa ovviamente tutta questa libertà di conoscere senza dogmi viene annullata, si ottiene effettivamente tutto il contrario di quello che sia era ottenuto con la conoscenza libero dell’accezione positiva dello Hierofante. In questo caso bisognerà confrontarsi con una fede cieca, vincolata a delle imposizioni e a dei dogmi che ci hanno imposto, in maniera quasi bigotta. Crediamo ciecamente a quanti sostengono gli altri, senza indagare per conto nostro quello che ci propinano, quindi in questa accezione negativa vi è anche questo fatto della credulità, che ci penalizza anche intellettualmente.

Nel suo aspetto di Azione lo Hierofante costituisce il fatto che vogliamo e possiamo indagare le verità occulte, che ci sono state mascherate e nascoste per moltissimo tempo, proprio per queste imposizioni che abbiamo ricevuto in passato. Lo Hierofante ci aiuta in un certo qual modo anche a contare sempre più su noi stessi, possiamo fare riferimento alla nostra fiducia e siamo portati a confortarci e a credere in noi stessi più di quanto non lo fossimo già. Nel suo aspetto di Luce lo Hierofante incarna la sapienza e tutto ciò che costituisce la conoscenza e ovviamente anche tutto quello che rimanda ad essa. Siamo liberi da ogni dogma, da ogni credo imposto e cerchiamo informazioni, ci poniamo domande per una conoscenza personale e libera.

Nel suo aspetto di Ombra invece lo Hierofante costituisce tutto ciò che è intollerante, siamo portati a credere a quanto ci è stato detto in passato e non vogliamo allargare le nostre vedute, i nostri orizzonti di conoscenza. Prendiamo per certe tutte le cose che ci hanno detto e non facciamo nulla per porci delle domande e per indagare. Nello Zodiaco lo Hierofante ricopre il segno del Toro, mentre nella Cabala si può collegare all’Albero della Vita nel canale tra Chokmah e Chesed.

L’elemento a cui fa riferimento lo Hierofante è la Terra, che viene ricollegata anche al segno del Toro. Occorre tenere in considerazione anche il fatto che nell’Astrologia lo Hierofante si collega al Sagittario in Sole e quindi rappresenta tutto quello che indica un insegnamento sui valori morali e interiori.