Smorfia Napoletana, dall’Italia (1) ai Fagioli (10)


L'Italia (1)Numero 1 – L’Italia. La smorfia è una tradizione antichissima, e ai suoi albori l’Italia era solo il Regno di Napoli (per questo in alcune vecchie versioni al numero uno vi era proprio la città partenopea). Ad ogni modo, se si sogna la patria, la propria città, il numero abbinato è il numero 1. Nelle versioni moderne ogni città d’Italia ha il proprio numero, così come ogni figura ha il suo numero che cambia in base al contesto.

 

La piccirella (2)Numero 2, la Piccirella (ossia la bambina, ma anche il bambino). Nella Smorfia classica ci sono tanti riferimenti alla famiglia ed ai bambini, cuore vitale della tradizione familiare nel nostro Paese.

 

 

La Gatta (3)Numero 3, la gatta (ma anche il gatto). Ed ecco qui il gatto, animale odiato e amato dai superstiziosi, non dimentichiamo che il gatto nero porta sfortuna.

 

 

Il Maiale (4)Numero 4, il maiale. Del maiale non si butta via niente neanche nei sogni, per cui se si sogna un maiale, ma anche un animale in generale, ecco che la cabala ha il suo numero di riferimento.

 

 

La Mano (5)Numero 5 – la mano. La figura della mano racchiude in sé tutte le parti del corpo umano, ma la tradizione affida alla mano il ruolo più importante.


Quella che guarda per terra (6)Numero 6, quella che guarda per terra. Un giro di parole neanche troppo velato per indicare la vagina. Ma quello che stuzzica la curiosità ancor più della perifrasi utilizzata è il fatto che la si trovi proprio al numero 6. Ora quanti mastichino di matematica sanno che questo numero è definito perfetto. Un numero si dice perfetto se è pari alla somma dei suoi divisori propri. Ad esempio, 6 è divisibile per 1, 2 e 3, ed è perfetto perché 1+2+3=6. Coincidenza o scienza? Si racconta che la smorfia derivi dalla Cabala e come logica conseguenza pare nulla dovrebbe essere lasciato al caso.

Il Vaso di Creta (7)Numero 7, il Vaso di Creta. Nel senso più allargato di contenitore o barattolo. Un oggetto di uso comune che rappresenta il desiderio di opulenza e sazietà. Un posto dove riporre il cibo.

 

 

La Madonna (8)Numero 8, la Madonna. La prima figura religiosa della Smorfia è la Madonna o Madonna immacolata. Sembra che la vergine madre di tutte le madri sia abbinata a questo numero proprio in coincidenza con la festa della Madonna Immacolata che cade l’otto di dicembre.

 

 

La Figliolanza (9)Numero 9, la Figliolanza. Ritorna il concetto di famiglia con La Figliolanza, i figli, la famiglia, la tradizione e la superstizione sono i cardini di questo curioso calendario. Novanta numeri per altrettante figure che racchiudono e sintetizzano lo spirito del popolo, i suoi usi e le sue consuetudini.

 

 

I Fagioli (10)Numero 10, i Fagioli. Il primo riferimento alimentare è associato ai fagioli, o più generalmente ai legumi (ceci, lenticchie, piselli, fave). Piatto principe della tradizione culinaria mediterranea, alimento sostitutivo della carne e volgarmente chiamata carne dei poveri. Un numero importante che nella smorfia moderna è stato attribuito al numero 10 per eccellenza a Napoli, ossia Diego Armando Maradona.

 



Leggi anche