Tarocchi: La Morte


tarocchi morteDetto anche semplicemente “Arcano 13”, non possiede di per sé un nome, infatti per molti è semplice Innominato, ma nella cultura generale questo Arcano è denominato la Morte. Nel momento in cui un novizio, un apprendista spirituale, sul proprio cammino di iniziazione supera le varie prove è pronto per abbandonare il suo stato precedente, come un serpente è pronto a cambiare la pelle vecchia per quella nuova. La Morte nelle sue fattezze di scheletro indica chiaramente il novizio nello stato in cui si trova sulla la sua vecchia pelle, è pronto per iniziare una nuova vita, una nuova esistenza sul piano energetico e spirituale. Tiene in mano una falce e per terra vi sono un volto, una mano e un piede, simboli che significano che in realtà nulla mai muore del tutto. Rimane sempre qualcosa del vecchio passato e dobbiamo farne in conti.


Valenza positiva : Nella sua accezione positiva la Morte rappresenta la trasformazione, il passaggio da uno stato ad un altro, quindi con una valenza di movimento, questo ovviamente non indica che il passaggio non sia privo di difficoltà, a volte anche dolorose, ma è necessario per andare avanti per cambiare. Nella positività di questa carta si trova la necessità di abbandonare il proprio passare per andare verso un futuro più importante, più dorato, più dolce, rispetto al nostro passato. Ci saranno dunque nuovi progetti, nuove idee da portare avanti e ovviamente queste prenderanno una certa positività, una certa valenza positiva, che troverà un successo sicuro.

Valenza negativa : La valenza negativa che ha questo Arcano porta ovviamente all’incapacità da parte di chi consulta di confrontarsi con le varie situazioni, ma anche mancanza di adattarsi a queste situazioni. Le abitudini divengono un punto di riferimento continuo e anche quelle negative, mentre viene ad aumentare la carenza di autostima e di convinzione delle proprie scelte.