Sognare sangue



Sognare sanguePer quanto spaventoso, il sangue rappresenta la purificazione, la vita, la passione e il fuoco. Con il sangue si stipularono trattati e alleanze ma anche il matrimonio. Tra gli zingari, infatti, il rito nuziale veniva celebrato mescolando il sangue dei due sposi. Di contro però indica anche l’ira, la violenza e il sentimento distruttivo dell’odio da sempre contrapposto all’amore. Attraverso il sangue si chiedeva protezione agli dei e anche nel cristianesimo è il sangue ad essere celebrato attraverso il rito dell’eucarestia identificando in questo elemento anche un tramite, un collegamento con la divinità. Un collegamento manipolato e favorito in tutte le culture conosciute e non conosciute, maligne e benefiche che siano.

Psicologicamente, sognare il sangue equivale ad associarlo a un altro elemento generatore di vita, lo sperma e pertanto è associato alla sessualità e alla fertilità. Dato che rappresenta la forza vitale, è molto probabile che sognare il sangue indichi che il soggetto stia vivendo un periodo molto stressante che gli risucchia energia oppure le sue emozioni non riescono ad esprimersi liberamente, frustrandolo.

Come premonizioni, la visione onirica del sangue che il sognatore perde dal proprio corpo potrebbe indicare, a livello medico, violenti mal di testa o una possibile malattia e, a livello emotivo, la persona sta probabilmente vivendo dei profondi rimpianti. Se invece è qualcun altro a perdere liquido ematico, vuol dire che nella realtà le azioni e le decisioni del dormiente verranno contestate. Tuttavia potrebbe anche avere un significato opposto, il ferito potrebbe simboleggiare una persona bisognosa di aiuto. Tutto dipende dalle emozioni che il dormiente prova nel corso di questa rappresentazione onirica.


Se invece ci si vede nell’atto di spargere ingenti quantità del prezioso liquido rosso vivo significa che il sognatore è particolarmente avido, soggetto ad ambizioni eccessive e a desideri incontentabili. In generale la visione del sangue determina la presenza di un forte contrasto emotivo che si sta cercando di appianare per ritrovare il naturale benessere psicofisico.
Vedere molto sangue ha una valenza molto positiva. La vita del sognatore sarà coronata dal successo e dalla fortuna in tutti i campi, amoroso, professionale ed economico. La stessa cosa vale anche se la quantità si riduce a un numero indefinito di macchie. Sono progetti o emozioni che troveranno la loro piena realizzazione e, nello specifico, se tali macchie ematiche appartengono al soggetto in questione, presto riceverà una qualche eredità. Se invece appartengono ad un estraneo molto probabilmente avrà la meglio su una persona che nella vita quotidiana cerca di contrastarlo ma, come è stato accennato prima, potrebbe anche essere una richiesta d’aiuto. Si ricorda che l’interpretazione varia a seconda delle sensazioni provate in sogno.

Se il sangue perso proviene dal naso, l’inconscio avverte il sognatore che prova vergogna per qualche suo pensiero o azione, se lo sputa avrà guai in famiglia o problemi di salute. Se fuoriesce da una ferita in testa qualcosa ha destato l’ira del sognatore e con questa visione sta cercando di liberarsi di tale sentimento. Dato che è associato anche alla fertilità e al sesso, nelle donne, sognare liquido ematico fuoriuscire dai seni o dal ventre significa che si teme la maternità o, nelle ragazze, può anche prevedere o sottolineare la perdita della verginità. Vedere del sangue nero indica povertà.

Il numero del sangue è il 18. Se è arterioso (11) donato (14) marcio (13) raggrumato (56) umano (60). Il sangue che fuoriesce dalla bocca ha il 12, dal naso il 15 e da una ferita il 73. Se il sangue è di agnello (86) di animale non identificato (45) di bue o di maiale (87) di gallina (68). Se si vuole giocare il lotto seguendo la tabella della smorfia napoletana, il numero di riferimento del sangue è l’80.